Rinite allergica: i rimedi naturali per contrastarla

07-04-2020
da Amministrazione Farmania


La rinite allergica, le principali cause

Il cambio stagione è da sempre un fastidioso problema per buona parte della popolazione poiché cambiano radicalmente gli aspetti meteorologici, causando anche un notevole mutamento sulla flora e la fauna del luogo.

Il cambiamento viene rappresentato principalmente dal risveglio degli animali in letargo e dalle piante, ma cos'è che rende questa stagione così pesante da sopportare?

La primavera è da sempre un grosso peso per tutti coloro che soffrono di particolari allergie come quella ai pollini, infatti è proprio questo il periodo dell'anno dove vengono registrati numerosi disturbi da allergie che possono talvolta mutare in patologie molto fastidiose.

Tra questi possibili malanni dovuti al cambio stagione, una delle protagoniste è la rinite allergica, una patologia generalmente non grave. I principali sintomi causati dalla rinite allergica sono la prurigine in diverse zone del corpo (specialmente al naso, occhi e viso, e in maniera meno pesante nelle altre zone del corpo), la fastidiosa sensazione di avere le vie respiratorie in parte ostruite ed infine anche l'accumulo di muco all'interno della gola che causano colpi di tosse improvvisi.

La rinite allergica è però una condizione che può persistere per periodi di tempo abbastanza lunghi, che possono variare da poche settimane fino ad intere stagioni.

Questo malanno è dovuto quindi al cambiamento estremamente veloce delle condizioni meteo al variare della stagione e soprattutto all'arrivo di pollini contenenti molti allergeni.

Certamente ogni persona possiede una resistenza agli allergeni diversa dagli altri, ma sono tantissimi i casi registrati di rinite allergica proprio a causa del cambio stagionale.

Dal punto di vista microscopico non è molto complicato comprenderne le cause. Il tutto è causato principalmente alla risposta del sistema immunitario ai corpi estranei che entrano in contatto con l'organismo, tra questi abbiamo detto che alcuni dei principali nemici sono i pollini proprio a causa del loro alto livello di allergeni.

Allora inizia un processo di eliminazione di questi allergeni, e fin qui sembrerebbe tutto normale come con un classico raffreddore, ma il problema comincia proprio in questo istante: la reazione dell'organismo produce una sostanza chiamata istamina, la cui eccessiva produzione è dovuta dal sistema immunitario è la causa della rinite allergica.

Rimedi naturali per contrastare la rinite allergica

Sicuramente la rinite allergica rimarrà una delle condizioni più fastidiose dovute al cambio stagione, ma ciò significa che non è possibile evitarne la comparsa o addirittura eliminarla?

La risposta è no, esistono infatti diversi rimedi naturali e non che andranno ad agevolare la risposta del sistema immunitario evitando quindi l'eccessiva produzione d'istamina.

Uno dei rimedi naturali per la rinite allergica è la curcuma, un ingrediente da molto tempo attenzionato proprio per le sue proprietà davvero benefiche. La curcuma è infatti molto utile nei casi di rinite allergica grazie agli antiossidanti di cui è ricca.


Uno dei consigli che viene generalmente dato a chi ne fa uso è quello di non eccedere con le dosi poiché potrebbe risultare molto dannosa: la quantità consigliata ogni giorno è di circa 0,800 mg (poco meno di un grammo) e di dividerlo in due pasti, per esempio una porzione a colazione e una dopo cena.


Infine, un altro ottimo rimedio naturale è lo zenzero.

Da sempre lo zenzero è conosciuto per le sue incredibili proprietà benefiche, è infatti un antibatterico, un antistaminico molto forte ed aiuta inoltre a rinforzare le difese immunitarie e la loro risposta alle malattie.

D'altro canto lo zenzero è considerato come un toccasana poiché aiuta anche a combattere sintomi come il mal di testa, la congestione nasale e altri piccoli fastidi dovuti al cambio stagionale.

Commenti

Nessun messaggio trovato

Nuovo messaggio